Nicholas Brady

Brady Nicholas

Nicholas Brady (1905-1945), pseudonimo dell’inglese John Turner, compì gli studi a Whitington, vicino a Manchester, e dopo un’esperienza nel giornale locale si trasferì a Londra dove lavorò come cronista di nera alla Associated Press, al Daily Mail e infine al Daily Herald. Fu un narratore precoce e assai prolifico: in poco meno di 15 anni pubblicò oltre 45 opere firmandole come J. V. Turner, Nicholas Brady e, soprattutto, David Hume. Il suo personaggio principale è l’investigatore privato Mike Cardby che esordì nel 1932 in Bullett Bite Deep. Un altro personaggio a lui caro, apparso come il precedente nei romanzi a firma David Hume, è Tony Carter, un giornalista di nera. Con il suo vero nome scrisse le storie imperniate su Amos Petrie, anch’egli reporter, mentre scelse lo pseudonimo di Nicholas Brady per quelle con protagonista l’eccentrico reverendo Ebenezer Buckle, un appassionato di orticultura che si diletta ad aiutare la polizia a risolvere casi misteriosi. Con Buckle siamo nel campo del mystery classico che l’autore maneggia con inaspettata perizia vista la sua predilezione, evidente nei libri con gli altri suoi personaggi, per il giallo d’azione. Buckle fece il suo debutto in The House of Strange Guests (1932, La casa degli strani ospiti – I bassotti n. 124) per poi ricomparire in The Fair Murder (The Carnival Murder nell’edizione americana, 1933, L’assassino del luna park – I bassotti n. 180) e in altri tre romanzi. John Turner morì a soli 39 anni, probabilmente di tubercolosi.


L’ASSASSINO DEL LUNA PARKNicholas Brady

L’ASSASSINO DEL LUNA PARK


A Mudford, una cittadina della campagna inglese, il luna park arriva solo due volte l’anno e i suoi abitanti non vogliono perdersi questa rara opportunità. Malgrado sia una piovosa serata d’agosto, uomini, donne e bambini accorrono numerosi per fare un giro sulle giostre, accalcarsi ai banchi del tiro a segno o davanti alle slot machine, mentre i meno impressionabili tra il pubblico si godono l’ampio assortimento di “miracoli della natura”: un uomo dalla...
LA CASA DEGLI STRANI OSPITINicholas Brady

LA CASA DEGLI STRANI OSPITI


Maurice Mostyn è un impeccabile anfitrione. La sua dimora londinese accoglie spesso ospiti di vario genere per incontri d’affari, anche se assai poco chiara è la natura di tali "affari". Tuttavia, quando il padrone di casa viene trovato morto nella sua stanza da bagno, gli invitati non sembrano darsene troppa pena, anzi hanno tutti una gran fretta di tagliare la corda, ma occorre convincere l’ispettore Hallows che vuole prima accertare la causa del decesso....