R. C. Ashby

Ashby R. C.

R[uby] C[onstance] Ashby (1899-1966), originaria dello Yorkshire, figlia di un pastore metodista wesleyano, compì gli studi universitari presso il St Hilda’s College di Oxford dove nel 1922 si laureò in lingua e letteratura inglese. Svolse vari lavori – segretaria, insegnante, giornalista, recensore di libri e lettrice per una casa editrice – prima di esordire nella narrativa con The Moorland Man (1926). A questo seguirono altri sette romanzi gialli, di cui He Arrived at Dusk (1933, La rocca maledetta) e l’ultimo, Out Went the Taper (1934), furono quelli di maggior successo. In tutti ricorrono elementi propri della letteratura gotica (dimore solitarie, notti tempestose, leggende, rovine pagane) e, per contrasto, personaggi giovani, moderni e spavaldi. Dopo il matrimonio nel 1934, la scrittrice cambiò completamente stile e genere: come Ruby Ferguson, dal cognome del marito, firmò numerosi romanzi rosa e, a partire dal 1949 fino al 1962, una popolare serie di libri per bambini, tuttora in vendita, incentrata sulle avventure della piccola cavallerizza Jill. Children at the Shop, una sorta di “romanzo autobiografico”, fu la sua ultima opera e uscì postuma nel 1967.


LA ROCCA MALEDETTAR. C. Ashby

LA ROCCA MALEDETTA


L’incarico che riceve il giovane William Mertoun non sembra complicato. Si tratta di catalogare le opere della biblioteca nella vecchia dimora del colonnello Barr che sorge in una sperduta e nebbiosa landa inglese. Ma appena arriva sul posto Mertoun si accorge di alcune inspiegabili stranezze. Il fratello di Barr, Ian, è da poco morto in circostanze misteriose. Lo stesso colonnello non si vede mai, segregato nella sua camera da un’infermiera estremamente (troppo?) protettiva. E poi c’è quella...